Wild West USA 2024 – sud-ovest

2024

Wild West USA 2024 – sud-ovest

Vi invito ad esplorare insieme i luoghi più belli e selvaggi del sud-ovest degli Stati Uniti d’America. Sono vent’anni che esploro fotograficamente queste zone e ancora non ne ho mai abbastanza. Se vuoi vivere un’avventura unica, vagare per deserti selvaggi, infilarti in anfratti angusti e conoscere la perduta civiltà Anasazi, nella prima metà di luglio faremo un viaggio di due settimane durante il quale visiteremo i miei Stati Uniti preferiti città – San Francisco – con il Golden Gate e la foresta di Muira, e poi andremo a est, attraverso Yosemite fino alla città fantasma di Bodie, allo straordinario Lago Mono, attraverseremo la Death Valley nel nostro cammino verso il più grande kitsch – Las Vegas, da dove seguiremo la famosa Route 66 fino al Grand Canyon. Dopo aver esaminato la storia geologica, daremo uno sguardo più da vicino alla storia dei principali abitanti degli Stati Uniti: gli Hopi, i Navajo e gli antichi indiani Anasazi. Lungo il percorso non perderemo la Monument Valley e l’Antelope Canyon per concludere il viaggio nel cuore geologico dello Utah – Kanab, da dove andremo ai parchi nazionali di Bryce e Zion, tentando la fortuna con la lotteria Wave.

La spedizione può essere combinata con “Wild West USA 2024 – Photography Expedition (Northern States)” (durerà quindi 4 settimane)

[/su_colonna]
[titolo scheda="Mappa del percorso"]

[/tab][titolo scheda="Programma"] data - 29 giugno - 15 luglio

1 giorno

Partenza da Varsavia, arrivo a New York in serata. Pernottamento all'Off Soho Suites Hotel.

Giorno 2

Tour della città, Broadway, Times Square, Memorial Park. Pernottamento all'Off Soho Suites Hotel.

3° giorno

Al mattino voliamo a San Francisco, prendiamo l'auto e partiamo alla scoperta di San Francisco: SoMa, China Town, il lungomare, il quartiere giapponese, Golden Gate Park, Twin Peaks. Pernottamento all'Hayes Valley Inn di San Francisco.

Giorno 4

Andremo a Yosemite... ma in modo indiretto, perché prima attraverseremo ilGolden Gate Bridge, e poi ci fermeremo aMuir Woods. Entrambi questi luoghi fanno parte deiparchi nazionali del Golden Gate. Le Nazioni Unite sono state fondate a Muir Woods, tra un boschetto di sequoie. Successivamente ci dirigeremo verso la destinazione giusta: la valleYosemite, dove, a seconda del tempo, entreremo nelGlacier Point o - e forse anche nelMariposa Grove < /strong>, dove cresce l'albero più massiccio del mondo. Pernottamento al Quality Inn Yosemite Valley Gateway a Mariposa.

Giorno 5

Al mattino esploreremo la valleYosemite, considerata una delle più belle del mondo. Ci fermeremo alle cascate Bridal Veil e alla cascata più alta del continente Yosemite Falls, faremo una passeggiata lungo il sentiero delle nebbie fino alle Navajo Falls.< /strong> Poi saliremo verso est attraverso ilPasso Tiogafino all'altro lato della Sierra Nevada. Pernottamento a Mammoth Lakes al Venture Grand Inn.

6° giorno

Al mattino andremo nella città mineraria abbandonata dell'oro meglio conservata Bodie Ghost Town, dove il tempo si fermò a metà del 19° secolo, quando le miniere esaurirono le risorse minerarie e gli abitanti se ne andarono, lasciandosi alle spalle le loro case, la scuola e i negozi con tutte le attrezzature. Poi, fino al tramonto, ammireremo lo straordinario Lago Mono. Ritorneremo a Mammoth Lakes per la notte e pernotteremo al Venture Grand Inn.

7° giorno

Quel giorno andremo a Las Vegas, dove raggiungeremo la Death Valley. Nel Parco Nazionale della Valle della Morte ci troveremo nella depressione più profonda dell'emisfero occidentale, ammireremo laghi salati, panorami incredibili da Dante's Point e i colori delle rocce nellaTavolozza dell'artista o le formazioni saline del campo da golf del diavolo. In serata arriviamo a Las Vegas per la notte, dove abbiamo prenotato due case per riposarci dopo il caldo della Death Valley.

ottavo giorno

Se possibile, quel giorno andremo al parco giochi degli hobgoblin - nella Piccola Finlandia o nel Valley of Fire State Park - Valley of Fire State Park . Al ritorno, avrai tempo per esplorare Las Vegas la sera. Pernottamento di nuovo in un appartamento a Las Vegas.

giorno 9

Attraverso laHoover Damraggiungeremo la parte più lunga e meglio conservata della famosa stradaRoute 66, e ammireremo il tramonto dal bordo meridionale delGrand Canyon. Pernottamento allo Squire Resort nel Grand Canyon a Tusyan.

giorno 10

Al mattino ritorneremo al Grand Canyon e poi andremo alla riserva indiana Hopi, dove, tra gli altri, visiteremoOraibi, il più antico insediamento degli Stati Uniti. Da qui andremo al Parco Nazionale della Foresta Pietrificata. Pernottamento a Gallup al Knights Inn & Suite Gallup ***.

giorno 11

Ci stiamo dirigendo verso il cuore antico della cultura Anasazi, un luogo da cui 12 clan indiani Pueblo considerano la loro provenienza: il Chaco Culture National Monument. Qui visiteremo città straordinarie e luoghi sacri lasciati dagli Antichi. Trasferimento a Chinle (forse riusciremo a vedere il tramonto sul bordo del canyon de Chelly con vista su Spider Rock, il centro del mondo indiano Navajo). Pernottamento a Chinle nel suggestivo Thunderbird Lodge**** gestito dagli indiani Navajo.

12° giorno

Al mattino, per chi fosse interessato (non incluso nel prezzo), gita in jeep nelDe Chelly Canyon, un luogo che è il cuore dellaNavajo Nation, nelle cui mura potrai si possono ammirare rovine abbandonate di insediamenti indiani e petroglifi. In alternativa, andremo ai punti panoramici sul bordo del canyon, o faremo trekking alle Rovine della Casa Bianca. Nel pomeriggio raggiungeremo la Monument Valley, dove andremo tra i famosi monumenti rupestri. Se vogliamo possiamo restare lì fino al tramonto. Arriviamo a Page all'hotel Knights Inn in tarda serata.

13° giorno

Visita all'Upper Antelope Canyon. Quindi partiremo verso il bordo settentrionale del Grand Canyon, fermandoci lungo la strada nella straordinaria curva del Colorado - Horseshoe Bend. Nel pomeriggio raggiungeremo il confine settentrionale delParco Nazionale del Grand Canyon, dove potremo fare una passeggiata fino al punto panoramicoAngel Point e, se il tempo lo permette e il tempo è favorevole: vai al sole a ovest sull'altopiano del Valhalla. Pernottamento a Kanab al Days Inn & Suites.

13° giorno

Cercheremo di attirare l'ingresso al famosoThe Wave. Viaggio alParco Nazionale di Zion. Luoghi importanti: fare trekking suiNarrows, fotografareCheckerboard Mesa, vista sulla valle di Zion. Pernottamento a Kanab al Days Inn & Suites.
14° giorno

Se prendiamo l'ingresso a The Wave il giorno precedente, dedicheremo quel giorno a questo luogo straordinario e unico nel suo genere. Se non disegniamo, dovremo fare di nuovo il disegno al mattino e poi visitare il Parco nazionale del Bryce Canyon. Scenderemo sul sentiero che conduce tra le guglie - Hoodoos e visiteremo i punti panoramici. Pernottamento al Days Inn & Suites.

15° giorno

Trasferimento a Las Vegas, da dove voleremo in Polonia. Le persone che decidono di accettare la sfida di un "grand tour" di 4 settimane soggiornano a Kanab e si rilassano al Days Inn & Suites.
[/tab][/tab]

La spedizione è organizzata dal Tour Operator Projekt Wyprawa sp. z o. o. come progetto originale di eclipses.eu. Progetto Spedizione sp.zo.o. è iscritto nel registro dei tour operator e degli imprenditori che agevolano l'acquisto di servizi turistici collegati tenuto dal Maresciallo del Voivodato della Bassa Slesia con il numero 989/49/2023 e dispone di una garanzia assicurativa per l'importo di PLN 421.056 emessa da Wiener TU S.A. Gruppo assicurativo Vienna. Maggiori dettagli sul sito web dell'organizzatore.

Tomasz Czarnecki
Urodzony w roku lądowania na Księżycu... ale na razie nie udało mi się tam polecieć. Fotografuję od podstawówki, pierwszy aparat to smiena, jednak tak ciągnęło mnie do prawdziwych aparatów z wymienną optyką, że ukręciłem jej obiektów. W liceum na rok emigrowałem do Kanady, gdzie z jednej strony po raz pierwszy zetknąłem się z komputerami (i usiłowałem napisać pierwszy swój symulator lotu rakiety) a z drugiej dorobiłem się pierwszego Nikona (FG20 czy jakoś tak). W liceum byłem znany jako ten aparat z aparatem. Studia architektury zacząłem na Politechnice Śląskiej by zaraz potem kontynuować je skutecznie, do tytułu BArch na Uniwersytecie Stanowym Louisiana, gdzie miałem również okazję studiować minor z fotografii (w tym czasie przesiadałem się przez kilka Nikonów, aż do F3). Po pięciu latach w USA (i objechaniu tego kraju cztery razy dookoła, i raz Meksyk) trafiony "patryjotycznością" wróciłem do Polski, dokończyłem studia architektury do tytułu magistra... i na tym skończył się niestety mój romans z architekturą - cale, stopy, funty i normy amerykańskie jakoś niewiele mi się przydały, natomiast był to okres, kiedy doceniono moje umiejętności graficzne - kolejne pięć lat byłem redaktorem naczelnym "Magazynu 3D". Współpraca skończyła się... wkrótce potem padło czasopismo, ale to zupełnie inna historia i raczej nie na trzeźwo. Wróciłem do fotografii tworząc portal dfoto.pl i astronomii - teleskopy.net - i podróżowania. Egipt, Włochy, Francja, Wielka Brytania, Bułgaria, Chorwacja, Sycylia, Chiny - samochodem z namiotem byle zobaczyć więcej, i zajrzeć tam, gdzie mało kto zajrzał przede mną. Razem z Arsoba Travel zorganizowałem dwie udane wyprawy na zaćmienia Słońca. Po czym ruszyłem dalej w świat - Australia i Nowa Zelandia, i wielki powrót do USA, na zachód których od lat jeżdżę robić zdjęcia - i zapraszam do dołączenia do mnie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Hit Counter provided by orange county plumbing